Monthly Archives: December 2008

E la congiura continua….

Standard
Ciao a tutti!!!!
Ma come la va??? Qui tutto scorre felicemente o meno, a seconda di come intende scorrere. Dopo una quasi mezza giornata paradisiaca è seguito l’inferno, come quasi sempre accade… Perchè? Troppo complicato da spiegare qua e poi diciamo che è un trend abituale, perciò in fondo nn devo nemmeno dilungarmi tanto. Come dice spesso qualcuno che conosco molto bene (anche se io tendo a nn accettare questo suo punto di vista): va sempre così, perchè osare immaginare o anche solo sperare in un andazzo diverso???
Va beh, quello che volevo proporvi però è la terza puntata della mia vita. Vi avevo lasciati con l’aquolina in bocca (lo so, lo so che i miei pezzi appassionano tutti quelli che li leggono, perciò nn negate VOI! Assonnato) e, anche se con un po’ di ritardo, vi propongo il terzo episodio della mia serie preferita: Theatre&Architecture everywhere… Ma è una congiura??
Terza puntata: "Prandi, il teatro, l’architettura e altro…" (impossibile indicare un luogo unico per tutti gli aneddoti raccontati, si daranno informazioni sul setting man mano che si procede con la narrazione)
Purtroppo in questo episodio Prandino dà il meglio di sè in due giornate diverse, con due sole battute… Mi sta andando giù di corda Michelino… Allora, cominciamo con un commento che mi sono fatta ovviamente sul suo libro da 30€ di linguistica italiana generale. Il place è sempre l’aula Mediani di via Oberdan, il time, sempre una seratina di novembre in cui tutti vorrebbero essere da qualche parte tranne che lì…
"Ragazzi, come potete notare, non è più la grammatica quindi che ha la regia della costruzione!" Per la serie: Prandi facci sognare! Ora mettiamo tutto insieme!!!! Grande Prandai!
Ma come potete aver già inferito non è finita qui…
Lo scorso 9 dicembre, poi, sempre verso le sette di sera in via Oberdan, Prandi ha voluto dare una bella scossa alla lezione pronunciando queste armoniche parole: "Abbiamo inserito nell’affresco: i protagonisti, le comparse…"
Sempre per la serie: Ora Prandi o tutto o niente!
Ma come sono contenta!
L’ho pure scritto sul libro: "Oggi sono happy!!!!"
Certo… dopo che le fiamme sono tranquillamente divampate in me qualche buon’anima ha deciso di spruzzarmi un po’ d’acqua evitandomi l’autocombustione!
Grazie a Prandai!
Ma ora dobbiamo prendere in considerazione altre circostanze… Perchè??? Beh, perchè il mondo è bello perchè è vario, perciò dobbiamo anche essere flessibili (cm un bravo interprete! No, la Bucaria noooooo!!!).
La flessibilità ci viene conferita da apatica autosopportazione accompagnata da quintalate di autoironia… Quindi, se qualcuno mi dice che qualcun altro di sua conoscenza si laurea a Cesena, è inutile chiedere in che cosa. Dato che quella persona sta parlando con me, il terzo in questione è sulla buona strada per esercitare la professione dei miei sogni: quella che comincia per A e non è attrice!
E poi… Se per caso sono su internet e cerco l’ideatore della Birkin Bag che, voglio dire, mica l’hanno fatto apposta per me, cioè, chi avrebbe mai detto che io andassi un giorno a esplorare la pagina di Wikipedia dedicata alla borsa di insestimabile valore prodotta da Hermés???? Però, tanto per essere pronti a ogni evenienza, lo stilista lo hanno chiamato con la versione francese di un nome che io ho tra i contatti di msn. Inutile dire di più, anzi, se un giorno queste parole cadessero sotto gli occhi di chi so io… beh probabilmente riceverei finalmente la telefonata tanto attesa, sì, ma perchè stavolta mi deve picchiare!!!!!
Ma io, che sono saggia ma anche Lara Croft, ho voglia di scrivere tutto quello che mi sembra puntare alla mia autodistruzione (allo stato dei fatti mica posso dire altro…) ma che, come io invece tendo a sperare, potrebbe anche condurmi su una via molto molto dolce… (ma le vie possono essere dolci?? io volevo un piccolo paragone cn la Via Lattea, solo che proprio nn mi riesce… però io il dolce lo lascio! xd)
Mah, chi vivrà vedrà… E, come dice qlcn che a volte mi tira proprio su, l’importante è crederci!
Tornando a noi, cmq, l’altro episodio curioso si è consumato proprio tra le mura di casa…
Eravamo tranzollamente sentados no sofà (l’accento dovrebbe essere acuto) e mio papà mi fa: " Senti puoi scaricare la canzone di Calzedonia???" (che tra l’altro stiamo appunto ascoltando ora!)
Dopo essermi capacitata di quello che mio papà aveva appena detto, ci sono voluti parecchi istanti e una riformulazione da parte sua (d’altronde io faccio interpreti e traduttori ragazzi, con le riformulazioni ci ho a che fare tutti i days – manco fosse vero… cmq Animoticon), gli ho detto: "Papà, ma ti rendi di quello che dici??? Ce l’ho già quella canzone… mi è stata inviata!!!!!" (da chi nn importa, tanto di chi volete che si stia parlando????).
Con tutte le canzoni che ho su itunes, e credetemi ne ho quasi 400, mio padre cosa mi chiede??? E anche se nn l’avessi avuta… ma il fatto è che ce l’avevo proprio… e nn per caso. Tra l’altro io l’avevo già scaricata tempo fa ma poi l’ho cancellata… Finchè, un giorno, così, a caso, mi è stata rimandata indietro (con grande piacere da parte mia e nn solo temo!).
Mah, tirate voi le conclusioni che sono da tirare…
E infine… No, tanto per essere chiari ed esaustivi…
Oggi, venerdì 12 dicembre, stazione ferroviaria di Forlì.
Ipod nelle mie orecchie fredde.
Ascolto brani a random…
Uno, due, tre, tutti indefiniti (= li ho scordati!!!xd). Quattro: "She’s always a woman" (quella che mi aveva chiesto mio padre).
Ok.
No problem.
Niente iperventilazione.
Tutto regolare.
Perchè dovrebbe esserci qualcosa che non va???
Cinque: ehm… nn me lo ricordo…
Sei: "Kiss the rain"
E no.
Cioè no dico… ma vi pare???
Ma vi sembra possibile????
No, a me no.
Ditemi voi: ho solo due canzoni di quell’autore.
Una importante per un motivo.
L’altra per un altro.
Tutte e due insieme, prese a caso dall’ipod, in mezzo a più di trecento canzoni…
No, proprio io nn me lo spiego. Mi dispiace.
Ma nn posso dire di nn essere contenta…
Cioè, dopo ho sentito un incommensurabile bisogno di parlare cn una persona in particolare (che nn è quella di cui si disquisisce in cotanta sede), ma nn l’ho trovata.
Dopo sì, ma in quel momento no.
Perciò io ho carried on ascoltare musica senza sosta.
Poi…
Poi sono arrivata a casa e, come vi ho detto ho trovato quella persona. Questo piccolo accidente (in senso filosofico, diciamo) mi ha reso molto tranzolla e felice. Abbiamo parlato! Cm se fossero anni che ci conosciamo! Io nn ho parole! Sono stata molto fortunata a trovare questa persona… Non voglio passare per ruffiana, anche perchè cmq nn è che lei mi faccia dei favori, ma voglio molto bene a questa data persona… Ci manca solo un incontro ravvicinato che duri più di cinque minuti e poi… beh direi che sarebbe un ulteriore desiderio realizzato!
Fine della terza puntata.
Ci sentiamo presto…
O tardi… nn lo so
Prima o poi ci sentiremo. Qualcosa accadrà!
Fine
Ciao!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Tanti baci
Silvia